Pubblicato da: futuroxtutti | gennaio 13, 2009

Il cemento che divora la CO2

cementoOgni anno l’industria del cemento e’ responsabile di una quota pari al 5% delle emissioni di anidride carbonica, superiore perfino al trasporto aereo. Queste derivano principalmente da due fonti: dall’energia richiesta per “cuocere” il cemento negli appositi forni, e dalla conseguente CO2 generata in questo processo. Grazie ad una ricerca da parte di ingegneri inglesi, nei prossimi anni il cemento potrebbe trasformarsi da emittente ad assorbente di gas serra. Buone notizie, in vista dell’aumento della domanda di cemento e derivati, che raddoppiera’ entro il 2020. La nuova formula rispettosa dell’ambiente e’ stata elaborata dalla Novacem, sfruttando nuove materie prime, principalmente silicati di magnesio, che non solo richiedono una temperatura inferiore durante la lavorazione, ma non emettono CO2 ad alte temperature e sono addirittura in grado di assorbirne grandi quantita’ durante la fase di raffreddamento e di posa in opera.

Il cemento della Novacem, messo a punto dal Royal Imperial College di Londra, ha gia’ attirato l’attenzione da parte di colossi dell’edilizia, quali Rio Tinto Minerals, WSP Group e Laing O’Rourke, e di investitori quali il Carbon Trust. L’azienda ha gia’ inaugurato un progetto da 1,5 milioni di sterline, co-finanziato dall’ente governativo Technology Strategy Board, finalizzato alla costruzione di uno stabilimento-pilota. Se tutto va bene, questo nuovo tipo di cemento sara’ sul mercato entro i prossimi cinque anni.

Secondo Jonathan Essex, membro della divisione sostenibilita’ e ambiente dell’Ordine degli Ingegneri Civili, “in Gran Bretagna i costi climatici della produzione ci obbligano a ridurre le emissioni di gas serra, e ogni settore deve fare la propria parte. A causa del suo maggiore impatto ambientale, il settore edilizio deve assumersi responsabilita’ maggiori”. Se la Novacem riuscisse ad immettere sul mercato questo nuovo cemento a prezzi competitivi, sempre secondo Essex, il passo successivo sara’ l’ulteriore riduzione nell’emissione di anidride carbonica tramite l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili nel processo di lavorazione. 

Secondo la Novacem, il prodotto e’ in grado di assorbire, nel suo ciclo vitale, circa 0,6 tonnellate di CO2 per ogni tonnellata di cemento prodotta (con temperature medie di 650°C durante la lavorazione). Un grosso avanzamento, se si pensa che i prodotti attuali, invece, liberano 0,4 tonnellate di CO2 per ogni tonnellata prodotta (e richiedono temperature medie di 1.500°C). Tuttavia secondo un portavoce della British Cement Association, c’e’ scetticismo intorno a questa nuova tecnica, i cui pro e contro andranno valutati attentamente. “In realta’ la disponibilita’ geologica, la distribuzione globale e le prove di validita’ per confermare l’idoneita’ strutturale del prodotto rendono assai improbabile che il Novacem costituira’ in futuro una reale alternativa su larga scala”. Invece, secondo Nikolaos Vlasopoulos, a capo dell’equipe di ricerca della Novacem, i silicati di magnesio sono abbondanti (si calcola che in natura ve ne siano per circa 10.000 miliardi di tonnellate), ed inoltre “il processo di produzione e’ di natura chimica, il che significa che si possono utilizzare anche sottoprodotti industriali a base di magnesio”. Vlasopoulos ha espresso fiducia nella possibilita’ che il Novacem sia sufficientemente resistente per un utilizzo nell’edilizia, anche se ha dichiarato che la fase sperimentale durera’ alcuni anni prima di pervenire al brevetto e alla commercializzazione. 

Libera traduzione parziale di questo articolo pubblicato sul Guardian. E’ possibile utilizzarla e diffonderla liberamente a patto di citare come fonte l’indirizzo di questo blog.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: